Pensioni, caccia all’anticipo aspettando il debutto dell’Ape

lunedì 20 marzo 2017 – Il Sole 24 ore

Dal cumulo ai riscatti le alternative per lasciare il lavoro

Settimana cruciale per le nuove regole sulle pensioni: oggi Governo e sindacati avranno un primo confronto sull’attuazione dell’«Ape» e giovedì torneranno a vedersi per discutere della fase 2 della riforma. Intanto sono già disponibili alcuni percorsi per anticipare l’uscita o per incrementare il “patrimonio” contributivo, come l’opzione donna o il cumulo gratuito tra più gestioni…

Continua a leggere

Tutte le strade per l’anticipo della pensione

lunedì 20 marzo 2017 – Il Sole 24 ore

Già in vigore cumulo e opzione donna, in arrivo l’Ape

Poco più di un mese alla partenza dell’Ape: il debutto della sperimentazione dell’anticipo sulla pensione è fissato al 1° maggio, anche se i tecnici del Governo sono ancora all’opera per definire gli ultimi tasselli – proprio oggi è in calendario l’incontro con i sindacati – per far partire in tempo il nuovo strumento rivolto a una platea di oltre 300mila potenziali beneficiari (si veda l’analisi nella pagina successiva). Un cantiere sempre aperto, quello delle pensioni, con l’ultima manovra che ha cercato di portare una ventata di flessibilità, consentendo ai lavoratori con determinate caratteristiche di raggiungere “in anticipo” il traguardo dell’assegno, senza però compromettere la sostenibilità dei conti del sistema previdenziale…

Continua a leggere

Pensione di reversibilità: quanto spetta a figli e nipoti?

sabato 11 marzo 2017 – www.studiocataldi.it

L’ordinamento riserva tale prestazione economica anche a tali categorie di familiari ma solo a determinate condizioni

Domanda: “La pensione di reversibilità spetta anche ai figli e ai nipoti? A che condizioni?”

Risposta: “La pensione di reversibilità è una prestazione economica che l’ordinamento riserva ai familiari del pensionato, in caso di suo decesso…

Tra i soggetti cui tale sussidio è riservato vi sono anche i figli del defunto (non solo legittimi ma anche legittimati, adottivi, affiliati, naturali, legalmente riconosciuti o giudizialmente dichiarati o nati da precedente matrimonio dell’altro coniuge), ma solo a determinate condizioni.

Continua a leggere

Pensione di vecchiaia: i requisiti dal 2017 in poi

mercoledì 15 febbraio 2017 – www.laleggepertutti.it

Requisiti di età per la pensione di vecchiaia ordinaria, contributiva, anticipata per invalidità, con Ape: quali sono e come aumenteranno negli anni.

La pensione di vecchiaia è il trattamento previdenziale, versato mensilmente dal’Inps, che spetta ai lavoratori al possesso di una determinata età e di un minimo di anni di contributi, pari attualmente a 20 (ad eccezione di alcune deroghe che consentono il pensionamento con 15 anni di contributi)…

Continua a leggere

Riforma pensioni novità: tutto quello che cambia spiegato in dettaglio punto per punto

giovedì 6 ottobre 2016 – www.pensioninovita.it

Il confronto Governo e sindacati chiarirà entro la fine del mese di Ottobre alcuni aspetti dell’APE, quella complessa operazione previdenziale finanziaria concordata nel verbale del 28 settembre che coinvolgerà oltreché I’Inps, banche, assicurazioni e imprese. Ad ogni modo l’impianto complessivo della Legge Fornero non sarà messo in discussione. L’età minima per il conseguimento della pensione di vecchiaia resterà fissata a 66 anni e 7 mesi per gli uomini e le lavoratrici del pubblico impiego, a 65 anni e 7 mesi per le lavoratrici del settore privato (66 anni ed un mese le autonome). Dal 2018 completandosi l’equiparazione tra donne e uomini il requisito sarà allineato a quello degli uomini, l’ultimo scalino della Legge Fornero

Continua a leggere